Le Bal Surréaliste
Indecency Fair
• lo spettacolo immersivo

Giovedì 29 Novembre
• Indecency Fair • lo spettacolo immersivo

✪ Apertura porte ore 20:00
✪ Inizio spettacolo ore 21:30
Parioli Theatre Club
Via Giosuè Borsi 20, Roma

Slider

INFO

Giovedì 29 Novembre •  Indecency Fair • lo spettacolo immersivo
Parioli Theatre Club
Via Giosuè Borsi, 20
 
✪ Possibilità di cenare in platea fronte-palco
✪ Apertura porte ore 20:00
✪ Inizio spettacolo ore 21:30
✪ Prevendite:

ACQUISTA PREVENDITA
 
Info e prenotazioni:
Per prenotare un tavolo compila il form qui accanto oppure:
☏ 333 99 51 643 dal martedì al sabato dalle 16:00 alle 20:00
✉ prenotazioni@pariolitheatreclub.it
 
Uno spettacolo immersivo che vi catturerà sin dal vostro ingresso in teatro, dove saranno a pronti ad attendervi personaggi più o meno raccomandabili. Una serata che vi coinvolgerà dal foyer al palco fino alla platea, dove, insieme allo spettacolo, potrete cenare o bere un drink in compagnia.

Un vero e proprio cortocircuito teatrale unconventional: commedia, satira, dramma, trash d’autore, sociologia e poesia colta allo stesso tempo. In un normalissimo 2 Giugno, giornalisti, intellettuali, aspiranti veline, politici, mafiosi, cantanti da talent show e complottisti si ritrovano coinvolti in un intreccio assurdo, fra surreale e del grottesco.

E se volete scoprire il perché dell’immagine in copertina, veniteci a trovare il 29 Novembre.





Volete provare a immaginare cosa succederà?
Per non rovinarvi la sorpresa vi presentiamo alcuni degli strani personaggi protagonisti della serata.

[ Attenzione – SPOILER ALERT ]




NOEMI // L’ASPIRANTE SHOWGIRL

Noemi non è nata per vivere una vita qualunque, lei è stata programmata per il successo. E non ha intenzione di fare marcia indietro, del resto una così bella mica può fare la commessa. Quando attraversa agli incroci crea degli ingorghi che nemmeno una manifestazione pubblica, e la cosa la inorgoglisce alquanto. Tutti quei corsi di portamento, le ore passate dall’estetista per il french alle unghia, le giornate estenuanti di shopping serviranno pure a qualcosa. I coetanei la tormentano, a La Sapienza è il sogno di mezza facoltà, professori compresi. Ora che uno studente meritevole può ambire a vincere un concorso nazionale che possa darle un po’ di fama, ha deciso che giocare pulito non serve a niente. Del resto, una con la sua furbizia poteva mica non capire come vanno le cose, da queste parti.

CESARE // L’INTELLETTUALE TELEVISIVO

Cesare Castro è uno che con la parola ci sa fare bene, molto bene. A 5 anni già usava termini come “aduso” e “prodromico”, e i suoi compagni di classe pensavano fosse dislessico. Le parole sono state la sua fortuna, tuttavia: intellettuale di successo, giornalista politico, scrittore, non c’è un salotto televisivo che non lo voglia come ospite. La sua compagna Eloisa lo tortura per andare in terapia di coppia, ma lui non vuole sentirne, non ha tempo. Fra i politici, le pubblicazioni, le cene di gala e il suo nuovo programma in prima serata, le giornate sono già troppo piene. Non si espone mai troppo, pensa sempre prima di agire, ha una frase sintetica per tutto e una figura retorica per tutti.

LA SIG.RA JOLE // LA MADRE DELLA SHOWGIRL

Dedicare la propria vita ai figli è la missione di ogni madre. Ma per la signora Jole più che di missione si tratta di una crociata; e lei, che voleva ballare nei varietà televisivi e si è trovata a fare la casalinga, ha giurato che sua figlia ce l’avrebbe fatta. E così ha votato tutta la sua esistenza alla preghiera e al successo della sua meravigliosa Noemi, ma si lamenta sempre che questa ragazza non trova mai l’aggancio giusto. Eppure l’ha educata per lo show business fin da piccola: ma forse è arrivato il momento di sfruttare gli eventi e giocare d’azzardo. I treni passano una sola volta.

LORENZETTI // L’ONOREVOLE

L’on. Lorenzetti è un uomo tutto d’un pezzo, non perde mai nulla, a parte qualche congiuntivo. E’ sempre così misurato, così preciso, ineccepibile, specie in pubblico; il merito è anche dei discorsi che gli scrive l’intellettuale Cesare Castro: peccato solo che siano uguali a quelli degli onorevoli Martulli e Salvati, che militano in partiti diversi. Fa parte della Commissione di Vigilanza sulle reti pubbliche, e con lui c’è da stare sicuri; adesso ha paura che qualcuno possa mettere le mani su qualcosa che possa turbare la tranquillità dell’opinione pubblica. Ma non è disposto a fare sconti e vuole andare in fondo alla faccenda. In nome del bene comune, s’intende; che poi è il bene di tutti, compreso il suo.

ANTHONY // IL CANTANTE DEL TALENT SHOW

Anthony canta da sempre, canta ovunque, canta comunque. E’ in fibrillazione, si avvicina l’ultimo provino per accedere al talent show “La stella che brilla”, ma ha paura che la sua voce risulti troppo impostata: con queste vocine moderne, tutte sul falsetto, leggere, il suo meraviglioso affondo dei suoni all’italiana è giudicato sempre poco “pop.” E la cosa non lo fa dormire la notte: un affronto, per uno che vorrebbe unire la tradizione all’innovazione nella musica. Ora è molto vicino a Maria Sole, la moglie del suo cugino imprenditore scomparso. Vive da lei: dice che lì può provare i suoi brani in tutta serenità.

ELOISA // LA GIORNALISTA

Eloisa ha iniziato con la cronaca nera da giovanissima, e le sue ricostruzioni dei delitti più famosi le hanno regalato la fama nazionale. Poi si è fidanzata con Cesare, una storia d’amore paparazzata a più riprese, non che le dispiacesse. Le hanno chiuso in anticipo il suo ultimo programma per un errore clamoroso sulla pista del delitto di Sant’Oreste. Per riprendere quota, adesso si è prestata a un nuovo esperimento: la sua vita in streaming per una tv web e per il canale 721 del digitale terrestre. I suoi migliori amici sono psicologi, e spende tutto quello che guadagna in vestiti firmati e psicofarmaci.

MARIA SOLE CORELLI // LA MOGLIE DELLO SCOMPARSO

Maria Sole Corelli Guerrini dal 17 Dicembre scorso non ha più pace che non sia la preghiera. Suo marito, il noto imprenditore Vito Saverio Guerrini, uscito di casa per comprare dei regali di Natale, non è più tornato. A nulla sono valse le indagini di polizia e carabinieri, gli appelli del mondo politico e della società civile, le migliaie di ospitate televisive della stessa Maria Sole. Ma quando tutto sembrava perduto, ha trovato nella cassetta della posta una prova che ribalta le piste seguite dagli inquirenti. Meno male che, in tutto questo trambusto, il cugino del marito, Anthony, della cui voce tenorile Maria Sole è pazza, non l’ha lasciata da sola nemmeno un minuto.

ENZO & JESSICA // MAFIOSI IN MISSIONE

Jessica Privitera sogna di diventare il primo boss donna della Sicilia da quando è in fasce, e ha iniziato ad allenarsi con le prime estorsioni a 11 anni. Se non fosse per quella testa di minchia di Enzo, il suo fidanzato, avrebbe già fatto carriera. E probabilmente avrebbe una vita sessuale in linea con gli standard europei. Ma ora che Don Mimì Di Martino ha deciso di puntare su di loro per una missione segreta a Roma, è l’ora della grande occasione: se solo Enzo la smettesse con questa fissa della letteratura, la strada sarebbe spianata. Jessica, però, non ha intenzione di arrendersi: pantalone di pelle, revolver a portata di mano, tacco 12, reggiseno push up. Per la mafiosa che non deve chiedere, mai.

NELLO // IL NIPOTE DEL PRESIDENTE

Nello ha 24 anni e studia a La Sapienza. Ma nessuno sa veramente molto di lui, tranne che scrive poesie e sogna di pubblicare, da poeta e saggista. Non ha parenti, da quando sua madre è morta vive da solo e non si sa chi lo mantenga. Non ha nemmeno molti amici, tant’è che da quando Enzo e Jessica, due bravi ragazzi siciliani, hanno tanto insistito per entrare nella sua vita, non riesce più a separarsene. Un ricercatore che ha conosciuto in Facoltà gli ha dato dei manoscritti che potrebbero fare la sua fortuna. Intanto, continua a scrivere versi per la sua musa dei corridoi universitari, la conturbante Noemi.

VITTORIO // IL COMPLOTTISTA

Vittorio fa di mestiere il ricercatore in filologia romanza, e all’università lo evitano tutti come la peste. La ricerca che gli interessa è di un altro tipo, però, perchè ha capito che la letteratura è cosa morta. Ma l’attualità, le trame del potere, il marcio dello Stato, sono cosa viva. Conosce tutti i misteri italiani degli ultimi 50 anni, e dice di averli risolti. Ora che può accedere all’archivio di suo cognato, da quando questi è scomparso inspiegabilmente, sta completando le sue ricerche per venire a capo di uno dei più grandi pasticci della storia repubblicana: la trattativa Stato Mafia.